20 febbraio 2008

ANCORA INVERNO, ANCORA ESTATE



Stamattina. Giornata grigia. Solito orario. Sono in ritardo. Autostrada incasinata: camion che sorpassano, che rallentano, che s'incazzano. Tangenziale: macchine che sorpassano, che rallentano, che s'incazzano, il solito genio che vuole andare da sinistra a destra passandomi sopra, non davanti o dietro, no proprio sopra, vabè dai passaecosamiguardiconquellafacciatihovistodallospecchiettochehaifattounacuraintensivanasaledaivapassapassachegodafareesoninritardo...

In tutto questo casino, tra i 90 ed i 110 all'ora, l'unica demente che aveva voglia di cantare e di ascoltare la musica a palla, oggi, ero. Più precisamente: un'estate al mare di Giuni Russo. Per le strade mercenarie del sesso, avevo voglia di cantareeeee delle vacaaaaanzeeeee...... Tutto era routine, grigiore, incazzature, ma avevo voglia di cantare lo stesso.

Ora torno seria, normale, quasi felice. Mi tengo questa voglia di cantare per stasera, quando ripeterò il percorso all'inverso. Quando ho la gola secca e la voce da trans mi chiedono tutti se ho preso freddo, ma che freddo....le vaaaaacaaanzeeeee!!!!

4 commenti:

2pa ha detto...

...però non fare il verso del gabbiano alla fine, mi raccomando!
;)

Riccardo ha detto...

Pezzo straordinario...
Chiaramente non son di certo io a dirti che l'autore e' il maestro...
la voce in sottofondo alla terza battuta e' sempre la sua.
Ma che te lo dico affare????
see ya soon

olivastro ha detto...

Tu hai bisogno di partire.....ed invece del bikini hai bisogno di un vero e naturalissimo topless. :)
L'Olivastro.

Missfree1981 ha detto...

@ 2PA: ma vaaa e il momento piu belloooo.....iiiiiiii...

@ riccardo: ci si potrebbe perdere tra le varie impronte del nostro mitico, ti becco in giro??

@ olive: miche, tu prima ti butti nella filosofia e poi nel trash, solo perche sei tu ti perdono, domani mi informo se ci sono spiagge x nudisti qui...ma daiiii.... :)